Past. Giovanile: ESTATE 2021

VADEMECUM – MODULISTICA – CORSI

 
VADEMECUM ESTATE 2021
Sintesi tematica

Sintesi tematica e organizzativa per i centri estivi (Estate Ragazzi e Campeggi) a cura della Pastorale Giovanile Regionale del Piemonte.



Bozza ISCRIZIONE CAMPEGGI/ESTATE RAGAZZI 2021

Bozza di iscrizione ai campeggi/estate ragazzi da utilizzare e modificare per ogni parrocchia.

All’interno dell’iscrizione potete già trovare la Scheda Sanitaria, il Patto di responsabilità, informativa privacy e consenso al trattamento dei dati personali.



Modulistica

In fondo alla Sintesi Normativa 2021 troverete la modulistica necessaria, in relazione alla D.G.R. n. 1 – 3339 del 31 maggio 2021, qui di seguito vi lasciamo le singole modulistiche:
– Scheda sanitaria per l’iscrizione di minori
– Scheda per il triage giornaliero di attività strutturate
– Scheda triade giornaliero degli operatori
– Scheda per il monitoraggio settimanale di attività strutturate di minori
– Patto di responsabilità
– Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.)
– Informativa privacy e consenso al trattamento dei dati personali
– Segnaletica










Modulistica per incarico referente Triage e Covid

Per ogni centro estivo (campeggi o estate ragazzi) è necessario incaricare un referente per attuare il triage giornaliero e un referente Covid-19 che sovrintenda il rispetto delle disposizioni previste.



CORSO FORMAZIONE IGIENICO-SANITARIA PER ADDETTI ALLA PREPARAZIONE PASTI

Materiale utile per gli addetti alla preparazione pasti


Ultima formazione LUNEDI’ 21 GIUGNO ore 20:30 a Ceva (Cinema G. Borsi)



CORSO FORMAZIONE DI PREVENZIONE DA COVID ON-LINE

Tra le diverse possibilità di formazione online si segnala il corso di prevenzione da Covid-19 attivato dalla Pastorale Giovanile Regionale. È rivolto – solo per chi non l’abbia seguito lo scorso anno – a tutti gli operatori di Oratori/Centri Parrocchiali e delle altre realtà ecclesiali (istituti cattolici ecc…) ad essi assimilabili (catechisti e catechiste inclusi), in modalità e-learning, gratuito, strutturato in 7 brevi videolezioni, della durata complessiva di circa 20 min. L’indirizzo per accedere alla piattaforma è https://www.oratoripiemontesi.it/.

Inoltre, sulla pagina YouTube della Pastorale Giovanile, troverete l’incontro informativo norme Covid-19 per animatori/educatori svolto nelle varie zona pastorali: https://www.youtube.com/watch?v=VTLJQ3TvuTY

CORSO FORMAZIONE PER GESTORI DI CENTRI VACANZE PER MINORI

Corso svolto per i sacerdoti e responsabili legali di centri vacanze (estate ragazzi, campeggi, case vacanze).
Il corso tratta della sicurezza dei centri di vacanza/casa per ferie e sulle norme per responsabili di centri per minori con preparazione pasti.

Sulla pagina youtube dalla Pastorale Giovanile: Corso formazione per gestori centri vacanza per minori


Famiglie: ritroviamoci e ripartiamo.

ZONE e UNITA’ PASTORALI – Domenica 20 Giugno 2021

“I cinque anni dalla pubblicazione di Amoris Laetitia … rappresentano uno stimolo per tutta la Chiesa a riprendere in mano questo importante documento, frutto di un lungo cammino sinodale. L’Anno ‘Famiglia Amoris Laetitia’ è una preziosa opportunità per far maturare i frutti di questo cammino, non solo nei vari contesti ecclesiali, ma nelle famiglie stesse. Tutti i documenti ecclesiali pongono sempre una grande sfida: non parlo qui della loro composizione – che pure può essere complessa e laboriosa – mi riferisco alla sfida ancora più grande della loro ricezione. Le indicazioni della Chiesa, dopo essere state pubblicate, vanno conosciute, accolte – con la mente e soprattutto con il cuore – e vanno poi tradotte in pratica. Questo vale anche per Amoris Laetitia. In questo Anno, abbiamo l’opportunità di presentare meglio, a tutti, la ricchezza dell’Esortazione, che contiene parole di coraggio, stimolo, riflessione, e in termini più ampi, contiene suggerimenti per percorsi pastorali anche pratici, che non dobbiamo lasciar cadere nel vuoto”.

Così si esprimeva il Card. Kevin J. Farrell durante la conferenza stampa per la presentazione di questo anno speciale, che si abbina a quello dedicato alla figura fortemente “familiare” di san Giuseppe, il “padre adottivo” di Gesù. Correva il mese di marzo e l’anno iniziava il giorno dopo, solennità di san Giuseppe.

Ora, dopo tre mesi di attesa, anche la nostra Diocesi inizia il cammino di ripresa e di rilettura dell’importante documento papale, lo ricordiamo frutto di ben due sinodi, sulla famiglia uno straordinario e uno ordinario. Lo fa con un’iniziativa di carattere diocesano che però, visti i tempi ancora incerti per i grandi raduni collettivi, si realizza a livello locale, nelle Zone e nelle Unità Pastorali. Si tratta di un’iniziativa “per” e “con” le famiglie, in attesa di capire cosa si potrà fare lungo il prossimo anno pastorale, sperando vivamente che sia un anno “più normale” rispetto agli ultimi due. Oltre ad essere una prima iniziativa atta a rispolverare l’esortazione apostolica, quella didomenica 20 vuole anche essere una bella occasione per le famiglie di rivedersi, di stare insieme, di tornare a parlarsi, di crescere nelle relazioni. Ogni Zona o Unità Pastorale adatta il programma comune alle proprie esigenze (vedi riquadro a fianco) ma il tema è unico, così come il susseguirsi dei vari momenti: ascolto, condivisione, preghiera, momento conviviale. Visto il periodo si parlerà anche di come le famiglie hanno vissuto i mesi difficili che stanno alle nostre spalle e di ciò che hanno imparato dall’esperienza della pandemia, che in un modo o nell’altro ha toccato tutti quanti. Appuntamento al 20 allora e a tutte le famiglie e auguri per una buona estate.

Zona Val Pesio e Val Ellero: ritrovo alle 17 alla Certosa di Pesio (dal negozio ricordi) – Attività prevista – Cena al sacco – Partecipazione alla Messa e alla fiaccolata notturna.
Per info:  349 1830995   

Zona Mondovì: momento di ritrovo ore 17 e condivisione all’aperto, messa h.18.30, possibilità di un momento conviviale 
In base ai numeri verrà indicato il luogo.
Per info: 339 7498086

Zona Langhe e Pianura: incontro presso l’oratorio della parrocchia di Carrù dalle 18 alle 19.30, attività e condivisione con aperitivo conclusivo
Per info: 333 2803385

Zona Val Bormida: l’incontro si svolgerà nella giornata di inaugurazione del nuovo oratorio di Millesimo, con ritrovo dalle ore 14.30. Messa delle ore 17 presieduta dal Vescovo e concerto serale. 
Per info: 392 3607110

Zona Ceva e Val Tanaro: ritrovo alle 16.15 presso l’oratorio di Ceva, attività prevista, conclusione alle 17.45 con un momento conviviale e possibilità di partecipare alla messa delle 18.
Per info: 333 383 4138

don Giampaolo Laugero, Direttore dell’Ufficio famiglia della Diocesi

Laudato Si’, mi Signore

ZONA VALLE ELLERO e PESIO – ITINERARIO ESTIVO

Quest’estate 2021 puoi vivere uno splendido itinerario che attraversa i boschi e le montagne delle nostre Valli monregalesi, fa tappa presso alcuni rifugi: La Balma, rif. Mondovì, Monte Pigna, rif. Garelli e Certosa di Pesio!

Un cammino in compagnia della LAUDATO SI’, la lettera di Papa Francesco sulla nostra “sorella” e “madre” Terra.
È l’occasione di un incontro e di un dialogo aperto a tutti, per ascoltare il grido sofferto del nostro pianeta e avviare una vera conversione ecologica…

Qui di seguito il programma e la locandina dell’itinerario.


LIBRETTO SCHEDE MAGGIO Giovanissimi/Giovani – Pasqua 2021

Ufficio Pastorale Giovanile e Vocazionale

E’ pronta la SECONDA PARTE dei Libretti Schede del tempo di Pasqua – MAGGIO.
Queste proposte di gruppo possono essere utilizzate sia per i giovanissimi che per i giovani, sia in presenza che on line. 

VEGLIA VOCAZIONALE / INCONTRO DEGLI INCONTRI

Ufficio Pastorale Giovanile e Vocazionale

VENERDÌ 23 APRILE ORE 20:30
SUL CANALE YOUTUBE DELLA PASTORALE GIOVANILE

Animata da Don Marco Giordanengo

Corso DIOCESANO in preparazione al Sacramento delle nozze e alla vita di sposi

Ufficio Famiglia

È sempre una grande gioia incontrare le coppie che si preparano a celebrare il sacramento delle Nozze.

La Diocesi di Mondovì propone alle coppie che intendono intraprendere questo cammino, che abbiamo chiamato “Verso Cana”, un CORSO DIOCESANO (preparato dalle diverse équipe delle zone pastorali, con l’entusiasmo della collaborazione e della condivisione).

Il percorso si svolgerà in tre appuntamenti presso la Casa Regina Montis Regalis (Santuario di Vicoforte). Gli incontri si svolgeranno nel rispetto delle norme anti COVID, utilizzando, tempo permettendo, gli spazi esterni della casa, come il bellissimo chiostro.

  • DOMENICA 11 APRILE – ore 15.30-17.30
  • DOMENICA 25 APRILE – ore 15.30-17.30
  • GIOVEDI’ 29 APRILE – serata ONLINE ore 21.00
  • DOMENICA 9 MAGGIO – ore 10-12.30 e 14.00-17.00, con possibilità di consumare il pranzo al sacco negli spazi adiacenti Casa Regina e Santuario di Vicoforte.

Chiediamo alle coppie interessate di comunicare la propria adesione entro la fine del mese di marzo, per permettere al meglio l’organizzazione.

Per informazioni ed iscrizione scrivere a ufficiofamiglia@diocesimondovi.it  oppure telefonare a
349 183 0995 (Don Gian Paolo Laugero)
3392451174 (Elisa e Mattia).

 

Comunicato Cosseria

dal Vescovo

La notizia del deprecabile gesto compiuto da persona o persone ignote, a Cosseria, nei confronti di un Crocifisso ligneo, non solo offende la sensibilità dei credenti, ma è anche espressione di un degrado umano, spirituale e culturale cui vorremmo che nessuno giungesse mai.

Mentre esprimo rammarico per quanto accaduto, chiedo ai fedeli che parteciperanno in questo Venerdì di Quaresima alla Via Crucis, di farsi interpreti di una particolare preghiera di riparazione, che ottenga dalla misericordia del Signore conforto per tutti i credenti chiamati a vivere in tempi di sacrilega superficialità, e insieme pietà per tanta ignoranza e miseria umana. “Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno”.

                                                                                   + Egidio, vescovo

 

SETTIMANA SANTA

le indicazioni del Vescovo

Visti gli Orientamenti emanati dalla Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana il 23 febbraio 2021, vengono qui offerte alcune indicazioni utili a quanti dovranno predisporre il necessario per una dignitosa celebrazione della Settimana Santa: presbiteri, diaconi, gruppi liturgici, cantorie, ministranti, e collaboratori in genere. Ovviamente si richiede il rispetto rigoroso di tutte le norme igienico-sanitarie già in vigore, ovvero: l’uso della mascherina per tutto il tempo delle celebrazioni – compresi sacerdoti, lettori e ministranti –, rispetto del distanziamento e l’attenzione ad evitare assembramenti.

DOMENICA DELLE PALME

Per la “Commemorazione dell’ingresso del Signore in Gerusalemme”, essendo vietata ogni forma di processione esterna, si usi la seconda forma prevista dal Messale Romano (Ingresso solenne), con questa modalità:

  1. Dove la capienza della Chiesa lo permette e vi siano i ministranti: i fedeli entrano in chiesa e prendono posto come di consueto, già tenendo in mano i rami di ulivo o di palma. Mentre viene eseguito il canto, il celebrante con i ministranti si recano in fondo alla chiesa. I fedeli sono invitati a volgersi verso il fondo della chiesa. Il celebrante procede alla benedizione dei rami e alla proclamazione del Vangelo come indicato nel Messale; quindi, mentre prosegue il canto, si reca processionalmente all’altare ove si continua la celebrazione come indicato nel Messale.
  2. Dove la chiesa sia piccola o manchino i collaboratori: il celebrante, fatto l’ingresso, si porrà in luogo adatto davanti ai fedeli e usando la seconda forma prevista dal Messale benedirà gli ulivi, eventualmente contenuti in appositi cesti.

Quanto agli ulivi: fondamentale è evitare ogni forma di contaminazione. Pertanto o i fedeli già entreranno ognuno con il proprio ramo d’ulivo. Oppure si potrebbe procedere in questo modo: gli ulivi verranno predisposti in cesti, distanti dai fedeli, e benedetti; al termine della celebrazione, all’esterno delle porte della chiesa, uno o due incaricati (dopo aver igienizzate le mani) porgeranno a chi esce l’ulivo, evitando assembramenti.

MESSA CRISMALE

Viene confermata al Giovedì Santo in Cattedrale, con inizio alle ore 9,30. La capienza della Cattedrale permette, oltre ai presbiteri e diaconi, anche la partecipazione di altri fedeli, fino all’esaurimento dei posti. Sarebbe quindi indubbiamente significativa una rappresentanza delle religiose e dei laici. Si lascia ai presbiteri di suggerire ad alcuni di questi la partecipazione a questo importante momento liturgico.

MESSA “IN COENA DOMINI”

Viene omessa la lavanda dei piedi. La processione al termine della celebrazione per la riposizione del Santissimo Sacramento viene svolta dal solo sacerdote con i ministranti.

VENERDÌ SANTO

Nella “Celebrazione della Passione del Signore” si sostituisce il testo della decima intenzione della Preghiera universale con quello allegato. L’ostensione della Santa Croce avviene come previsto dal Messale. Solo il presidente della celebrazione esprime l’atto di adorazione con la genuflessione davanti alla Santa Croce, mentre tutti gli altri restano in ginocchio per qualche istante al proprio posto. Ogni altra celebrazione pubblica di pietà popolare, compresa la “Via Crucis”, può essere proposta in maniera stanziale, come già durante il tempo di Quaresima.

VEGLIA PASQUALE

Viene celebrata in tutte le sue parti come previsto dal Messale, con le seguenti attenzioni: venga fissato un orario compatibile con l’eventuale “coprifuoco”; l’accensione del fuoco avviene davanti alla chiesa di modo che i fedeli possano assistervi dall’interno stando al proprio posto, evitando assembramenti, mentre solo il sacerdote e i alcuni ministranti escono.

ALTRE INDICAZIONI

Le Veglie funebri – Considerato il permanere della “zona rossa”, segno di un contagio ancora in diffusione, si ritiene di adottare qualche ulteriore misura precauzionale. A partire da Lunedì 22 marzo e almeno fino a domenica 11 aprile (a prescindere da eventuali e migliori sviluppi) si chiede di sospendere le cosiddette Veglie funebri, per evitare assembramenti.

La celebrazione dei funerali – Considerati gli appuntamenti già predisposti nelle parrocchie per preparare la Pasqua e l’imprevedibilità dei funerali, per tutta la Settimana Santa, per quanto riguarda le esequie, si suggerisce la forma breve, senza la Messa, ovvero la forma già prevista e obbligatoria per il Venerdì santo e il Sabato santo.

Disposizioni diocesane sulle attività parrocchiali

A partire dal 7 Marzo

A seguito dell’aggravarsi della situazione epidemiologica, il presidente della Regione Piemonte, in attuazione dell’ultimo Dpcm, con decreto del 5 marzo 2021, n. 33, ha stabilito linee di indirizzo per l’organizzazione delle Istituzioni scolastiche del Piemonte – spiega il vescovo di mondovì mons. Egidio Miragoli, in una nota ai sacerdoti ed alle comunità cristiane –. Alla luce di tutto ciò è necessario che le parrocchie sospendano tutte le attività in presenza per minori e per giovani, inclusa la catechesi, che potranno continuare solamente in modalità a distanza. Non è possibile svolgere gli incontri di catechismo neanche in chiesa. 

Continuano regolarmente tutte le celebrazioni, nel consueto rispetto delle norme igieniche e di distanziamento.

Per quanto riguarda la Settimana santa ci si riserva di dare indicazioni ulteriori alla luce dell’evoluzione dell’epidemia.

Tali disposizioni, parallelamente al Decreto del presidente della Giunta regionale, hanno efficacia dal 7 marzo fino al 20 marzo. Si estendono tali norme restrittive anche alle parrocchie ubicate in territorio ligure

 

Sussidio liturgico-pastorale della CEI per Quaresima e Pasqua

Ufficio Liturgico

Quest’anno, il sussidio liturgico-pastorale per la Quaresima e la Pasqua della CEI si intitola “Cristo, mia speranza, è risorto”. Nella presentazione, il segretario generale, mons. Stefano Russo, esorta, nonostante il periodo storico che stiamo attraversando sia ancora segnato da incertezza e stanchezza, ad accogliere questo tempo dell’anno lasciandoci sin da subito illuminare dalla luce pasquale, alla quale giungere attraverso l’itinerario di penitenza quaresimale. Dopo l’esperienza dell’oscurità e della morte, serve prenderne coscienza e lasciarci afferrare dal Cristo risorto, che ci prende per mano e ci riconsegna alla vita. Questo mistero di misericordia e di luce è l’evento fondante della fede, dove affondano le radici della speranza cristiana.

Il sussidio si articola in tre parti. La prima presenta due riflessioni sul cammino quaresimale attraverso le prime letture della Liturgia della Parola e le collette delle domeniche, una presentazione delle ”Orationes super populum” per il tempo di Quaresima (una delle novità della terza edizione del Messale romano) e una riflessione sul canto della sequenza pasquale “Alla vittima pasquale”. La seconda propone alcuni schemi di celebrazioni domestiche per la preghiera della famiglia in casa nelle domeniche di Quaresima, con alcuni canti consigliati. L’ultima parte offre una celebrazione comunitaria nel tempo di Quaresima, uno schema di Via Crucis per la comunità e una celebrazione vigiliare della luce nel tempo di Pasqua, tutte proposte da utilizzare in libertà adattandole alle situazioni e alle opportunità pastorali di ciascuna comunità o di ogni famiglia.